martedì 29 dicembre 2015

How to: applicare l'eye-liner

EYEKO

Se c'è un prodotto cosmetico che allo stesso tempo viene odiato/amato da TUTTE le donne quello è proprio l'eye-liner… smorfie all'infinito, sforzi sovrumani, arrabbiature, crisi nevrotiche, il tutto per una linea con la quale saremmo proprio meravigliose.

Imparare a delinearlo bene non è facile (fatta eccezione per le superdotate ed invidiate che sembrano quasi esser nate con il pennellino in mano!) ma ci sono due/tre escamotage che possono aiutarci moltissimo. 
Premetto che è necessario esercizio, non mollate, tenete duro, prima o poi ce la farete! Io stessa la prima volta che ho fronteggiato LUI ne sono uscita sconfitta, lo ricordo ancora benissimo, era blu acceso con il pennellino professionale. Il risultato fu un disastro la prima, la seconda e la terza volta, poi infastidita come poche volte l'ho buttato pensando che comunque non mi donava (la classica storia del lupo e l'uva). Questo all'epoca delle superiori, finchè un giorno ci riprovai con il maybelline gel eye-liner dopo aver guardato diversi video su youtube, cosa ottenni? una linea imperfetta certo ma era comunque una LINEA!
Per quale motivo ho specificato che era in gel? Perché la consistenza/formulazione del prodotto può esser diversa e favorirne o meno l'applicazione a seconda delle nostre capacità e preferenze.

Tipologie di eye-liner 

-Classico: l'applicatore è un pennellino dalla punta fina, solitamente viene considerato il più difficile da applicare perché facilmente si possono creare sbavature o eccessi di prodotto;

-Con la punta in feltro: differisce da quello classico per la punta in feltro, a forma conica e rigida, facilita la stesura perché più controllabile;

-A penna con la punta in feltro: ad aggiungersi alle caratteristiche del precedente c'è la maneggevolezza, sembra di scrivere veramente con una penna;


-A penna con punta in setole di nylon: per farla breve una penna con la punta di un pennello;
-Formato gel in vasetto: la consistenza non è liquida e va prelevato- applicato con un pennellino a punta o angolato, permette di dosare bene il prodotto e di essere più precisi;

-A penna in gel: in questo caso a cambiare è il prodotto non più liquido ma gel.



- Matita eye-liner : non dimentichiamoci che anche la matita può essere un ottimo eye-liner, non ha un tratto preciso come la tipologia liquida ma comunque regala un effetto stupendo per chi non ama l'effetto troppo "perfetto" e preferisce sfumarla, vantaggio --> facile da utilizzare



Formulazione

Come per il mascara possiamo trovare la versione waterproof e non in base alle esigenze degli occhi (lacrimazione, sensibilità, oleosità, secchezza,..) e della donna stessa (make-up per una semplice serata o long lasting per tutto il giorno,…).

Colorazioni

Qui non possiamo far altro che esprimere la nostra creatività, si passa dal nero ai colori più disparati e frizzanti sino ad arrivare al bianco, gettonatissimo quest'estate 2015.



Effetto

Lucido, opaco, satinato, perlato, glitterato, tuttigusti+1(tributo a tutti i potterhead)!
Applicazione

Mettetevi sedute con il vostro specchio, l'eye-liner e munitevi di PAZIENZA. Fatto? (detto alla  Giovanni Muciaccia :-D) Ora seguite qualche piccolo accorgimento:

- Evitate di tendere l'angolo esterno verso le tempie per fare in modo che la palpebra sia bella stesa come un foglio di carta, quando poi la rilascerete la linea potrebbe non esser dritta, specialmente se avete qualche ruchetta o il vostro occhio non è giovane;
- Prelevate poco prodotto per volta, se usate un prodotto liquido scaricatene l'eccesso sul dorso della mano oppure su un po' di carta;
- Per le prime volte avere il gomito appoggiato in un piano rigido permette di essere più stabili e controllare meglio il movimento della mano;
- Non cominciate tracciando subito una linea continua ma disegnate dei piccoli tratti che poi unirete dal centro della palpebra verso gli angoli interno ed esterno;
-State leggere e cercate di realizzare una linea sottile, ci penserete con la seconda passata se volete farla più spessa;
- Provate ad utilizzare una matita prima dell'eye-liner in modo da creare una linea guida;
- Per tracciare la vostra codina ricordatevi che disegnando una linea immaginaria deve essere orientata nella direzione in cui finisce la punta del sopracciglio;
- Sperimentate, non soffermatevi su una forma precisa o sullo stesso prodotto, potreste trovare una forma che vi dona di più come un prodotto più facile da usare;
- Osservate amiche, video, giornali, tutto è utile per imparare e prendere ispirazione.

Come ho scelto l'eye-liner per me

Veniamo alla mia personale esperienza, la tipologia di eye-liner che più amo è in gel da stendere con un pennellino angolato ma apprezzo anche i classici, non mi fanno impazzire invece le punte in feltro, spesso scivolano male e sono troppo rigide per la mia palpebra. Come formulazione scelgo sempre la waterproof, entrambi i miei occhi hanno l'odiosa tendenza a lacrimare nell'angolo esterno, se non ricorro ad una formula resistente all'acqua addio codina; in aggiunta avendo il tipico hooded eye (occhio incapucciato- la palpebra mobile non si vede) se non sono altamente resistenti la linea si stampa quando apro gli occhi. Quando realizzo la forma invece solitamente non faccio una linea continua dall'inizio alla fine dell'occhio ma termino il tratto prima dell'angolo interno a circa due terzi della linea cigliare perchè essendo piccolo risulterebbe ancora più piccolo. 
I miei top?

-MUFE Aqua black: in gel waterproof


-Kat Von D Tattoo liner: packaging a penna con setole in nylon


- Maybelline eye studio (vedi foto sopra) 

- Eyeliner Noir Ebène Guerlain 


-Pupa Vamp (vedi foto sopra)

I vostri preferiti quali sono?




Giorgia



Nessun commento:

Posta un commento